Il Borgo

Da un punto di vista urbanistico Farnese si presenta oggi diviso in due parti: il borgo medievale, sulla rupe tufacea tra i due fossi, percorso da una strada che gira tutt’intorno ad esso

Data di pubblicazione:
11 Gennaio 2022
Immagine non trovata

Da un punto di vista urbanistico Farnese si presenta oggi diviso in due parti: il borgo medievale, sulla rupe tufacea tra i due fossi, percorso da una strada che gira tutt’intorno ad esso (via Mazzini, che da piazza del Plebiscito prende il nome di via XX Settembre), intersecato da due assi principali ortogonali (via Principe Amedeo e via G.B. Passeri) e una serie di vicoli che spesso formano degli slarghi e delle piazze (piazza Indipendenza, piazza del Plebiscito), e il borgo rinascimentale, disposto su tre assi stradali disposti a tridente e che portano alla piazza sulla quale sorge il palazzo Chigi, oggi sede del Municipio. Questa parte del paese fu edificata nel Cinquecento dalla famiglia Farnese per le residenze dei suoi sudditi. Da rilevare il bel palazzo, posto poco più in basso del monastero delle clarisse, detto “Casa del Platonio” nel Catasto Gregoriano del 1826, realizzato nel XVI secolo da un certo mastro Sallustio senese, con il portale in pietra, copia esatta in scala ridotta di quello superiore del palazzo Farnese di Caprarola.
A fare da cerniera tra i due nuclei dell’abitato è la Porta Nuova, realizzata nel 1613 dall’architetto Ettore Smeraldi sulle strutture di una porta precedente, sulla quale passa il viadotto che collegava la Rocca Farnese con il giardino all’italiana detto della “Selva”, oggi non più esistente.
Il borgo medievale è dominato dalla Rocca, residenza dei Farnese, che da edificio fortificato medievale, fu trasformato nel corso dei secoli XIII-XVII in un elegante palazzo signorile. L’ampliamento della rocca in forma di palazzo, realizzato negli anni 1615-1617, è anch’esso opera dello Smeraldi. La facciata presenta un portale inquadrato da due colonne in peperino con bugnature in travertino; al di sopra è un balcone con una finestra sovrastata da una cornice ad arco ribassato. Le altre finestre del piano terra, del primo e del secondo piano sono invece contornate da semplici cornici lisce in travertino.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 11 Marzo 2022